Il MEF ha pubblicato i dati dell'Osservatorio Partite Iva, relativi al mese di luglio 2017. Di seguito la sintesi dell'elaborato. 

Osservatorio sulle partite IVA

Sintesi dei dati di luglio 2017

Nel mese di luglio 2017 sono state aperte 37.706 nuove partite Iva; in confronto al corrispondente mese dell’anno precedente si registra una flessione dell’1,1%. La distribuzione per natura giuridica delle aperture di partita IVA mostra che la quota relativa alle persone fisiche è pari al 66,6%, quella relativa alle società di capitali è pari al 28,1%, mentre la quota delle società di persone si attesta al 4,4%. La percentuale delle aperture dei “non residenti” e delle “altre forme giuridiche” è pari allo 0,9%.

Rispetto al luglio 2016 si rileva un calo di aperture per le società di persone (-15,2%) e per le persone fisiche (-4%). Le società di capitali registrano invece un aumento che sfiora il 10%.

Riguardo alla ripartizione territoriale, il 42% delle nuove aperture è localizzato al Nord, il 23% al Centro ed il 35% al Sud ed Isole.

Il confronto con il corrispondente mese dell’anno precedente evidenzia gli incrementi maggiori in Valle d’Aosta (+26,2%), Sicilia (+15,4%) e Liguria (+11,4%); le flessioni più marcate sono avvenute in Basilicata (-53,2%), Molise (-17,4%) ed Emilia-Romagna (-7,6%).

La classificazione per settore produttivo mostra, come di consueto, che il commercio registra il maggior numero di aperture di partite Iva (20,6% del totale), seguito dalle attività professionali (14,5%) e dalle costruzioni (8,9%). Analizzando i settori principali, gli incrementi più significativi, rispetto a luglio 2016, si rilevano nelle attività immobiliari (+12,5%), trasporto e magazzinaggio (+12%) e nei servizi informativi (+10,5%). I cali più evidenti si registrano nell’agricoltura (-11,6%), nel commercio (-8,7%), che rimane comunque il settore con il numero maggiore di aperture, e nell’istruzione (-7,4%).

Relativamente alle persone fisiche, la ripartizione per sesso è sostanzialmente stabile, con il 62,4% delle partite Iva aperte da soggetti di sesso maschile. Il 47,4% delle aperture è attribuibile ai giovani fino a 35 anni e il 33% a soggetti tra 36 e 50 anni. Rispetto al luglio dello scorso anno emerge un aumento di avviamenti al crescere dell’età (dal -5,8% della classe più giovane al +5% della più anziana. Il 17,8% dei nuovi avvianti di partita Iva a luglio risulta nato all’estero.

Nel mese in esame 13.113 soggetti hanno aderito al regime forfetario (circa il 34,8% del totale delle nuove aperture), con un aumento del 5,3% in confronto al corrispondente mese dell’anno precedente.

Roma, 11 settembre 2017


Cerca

I FEED DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE

Agenzia delle Entrate

Agenziaentrate.it: ultimi aggiornamenti
  • Risoluzione n. 129 del 18 ottobre 2017
    Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n.212 - Interessi passivi derivanti da contratto di mutuo ipotecario stipulato per la ristrutturazione dell'abitazione principale - Detraibilità in capo al coniuge superstite
  • Risoluzione n. 128 del 18 ottobre 2017
    Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n.212. Somme erogate dall’Università derivanti da finanziamenti europei nell’ambito dell’iniziativa COST – Trattamento fiscale
  • Risoluzione n. 127 del 18 ottobre 2017
    Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 - Detrazioni per redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente - art. 13, del DPR n. 917 del 1986
  • Risoluzione n. 126 del 17 ottobre 2017
    Agevolazioni ‘prima casa’ nei trasferimenti derivanti da successioni e donazioni, ai sensi dell’articolo 69, comma 3, della legge 21 novembre 2000, n. 342
  • Circolare n. 25 del 16 10 2017
    Proventi da partecipazioni a società, enti o OICR di dipendenti e amministratori: il c.d. ‘carried interest’- art. 60 d.l. n. 50 del 2017

RICORDO

Ciao Chiara! Ci hai lasciati soli sulla terra ma ci accompagnerà -per sempre- il tuo vivido spirito! E la tua stella illuminerà  il nostro cammino futuro. Ti vogliamo bene!

 

Buongiorno, oggi è

LE NOSTRE CIRCOLARI (grazie al contributo dei terzi indicati)

CIRCOLARE SULLA LEGGE DI BILANCIO 2017

Legge di bilancio 2017: alcune delle novità introdotte dalla Legge 232/2016 pubblicata sulla G.U. n. 297 S.O. del 21 dicembre 2016

\n

La proroga al 31 dicembre 2017 della detrazione fiscale del 50% riconosciuta per gli interventi di ristrutturazione edilizia e le nuove ipotesi maggiorate per gli interventi antisismici, la proroga della detrazione al 65% per gli interventi per il risparmio energetico e le nuove ipotesi al 70-75%, la proroga del super ammortamento al 140% e il nuovo iper ammortamento al 250%, le novità in materia di credito per attività di ricerca e sviluppo, l’aumento della deducibilità del costo delle auto per gli agenti, le novità in materia di rivalutazione di terreni e partecipazioni, la nuova aliquota per la gestione separata, le novità introdotte in tema di welfare aziendale, l’incentivo per le assunzioni in apprendistato, il congedo obbligatorio e il premio nascita, il buono nido e il voucher baby sitting: i principali argomenti trattati nella circolare.

CIRCOLARE SULLA ROTTAMAZIONE DELLE CARTELLE

CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L. 193/2016: LA NUOVA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE

\n

La nuova versione dell'art. 6 del decreto, in materia di definizione agevolata delle cartelle esattoriali, prevede che i debitori possano estinguere i propri debiti senza corrispondere sanzioni ed interessi di mora se tali debiti sono stati affidati agli agenti della riscossione tra il 2000 ed il 2016. Vengono, dunque, compresi nell'agevolazione anche i debiti affidati ad Equitalia nell'anno 2016.

DISCLAIMER

Copyright © 2014 quotidiano tributario.it Tutti i diritti sono riservati. Aggiornamenti a cura di Pino Fasulo - Powered by Joomla! ver. 3.7. - validato XHTML e CSS! L'amministratore declina ogni responsabilità sull'uso improprio delle informazioni pubblicate e sulla loro utilizzazione previa adeguata verifica.