A pochi giorni dalla introduzione del nuovo obbligo inerente la fatturazione elettronica connessa all'acquisto di carburanti ed alla conseguente eliminazione della cd. "scheda carburante", riteniamo utile richiamare il testo della circolare emanata lo scorso 30 aprile e di seguito linkata. Di seguito ne evidenziamo alcuni passi salienti.

Nel periodo gennaio-aprile 2018, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 128.217 milioni di euro, segnando un incremento di 3.533 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+2,8%). Al risultato contribuiscono sia le imposte dirette (+2,9%) sia quelle indirette (+2,8%).

E’ disponibile sui siti www.finanze.gov.it e www.rgs.mef.gov.it il Rapporto sull’andamento delle entrate tributarie e contributive nel periodo gennaio-febbraio 2018 redatto congiuntamente dal Dipartimento delle Finanze e dal Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato ai sensi dell’art. 14, comma 5 della legge di contabilità e finanza pubblica (legge 31 dicembre 2009, n. 196).

Nel mese di gennaio 2018, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 35.592 milioni di euro, segnando un incremento di 407 milioni di euro rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (+1,2%). Al risultato contribuiscono le imposte dirette, che aumentano del +2,0%, mentre si riducono le imposte indirette (–0,7%).

IMPOSTE DIRETTE
Le imposte dirette risultano pari a 24.930 milioni di euro, con un aumento di 483 milioni di euro (+2,0%) rispetto a gennaio 2017. La crescita delle imposte dirette riflette essenzialmente l’andamento delle ritenute IRPEF sui lavoratori dipendenti e sui pensionati (+570 milioni di euro, +2,7%). Positivo anche il risultato dell’IRES che registra una crescita di 84 milioni di euro (+32,3%).

IMPOSTE INDIRETTE
Le imposte indirette, che ammontano a 10.662 milioni di euro, registrano una variazione negativa di 76 milioni di euro. Il risultato è legato all’andamento del gettito dell’IVA (–219 milioni di euro, –3,9%) e, in particolare, alla componente di prelievo sugli scambi interni che registra una flessione di 407 milioni di euro, essenzialmente riconducibile a fattori tecnici. Il saldo versato dai contribuenti nel mese di gennaio (-9,2%) è seguito ai versamenti in acconto del mese di dicembre (+8%) . Positivo il prelievo sulle importazioni (+188 milioni di euro, +15,6%).

ENTRATE DA ACCERTAMENTO E CONTROLLO
Il gettito dei ruoli derivanti dalle entrate tributarie si è attestato a 686 milioni (–12 milioni di euro, –1,7%) di cui: 400 milioni di euro (–26 milioni di euro, –6,1%) sono affluiti dalle imposte dirette e 286 milioni di euro (+14 milioni di euro, +5,1%) dalle imposte indirette.


Sul sito del Dipartimento delle Finanze è disponibile il Bollettino delle entrate tributarie del periodo gennaio-dicembre 2017, corredato dalle appendici statistiche e dalla guida normativa, che fornisce l’analisi puntuale dell’andamento delle entrate tributarie, e la relativa Nota tecnica che illustra in sintesi i principali contenuti del documento.

Cerca

I FEED DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE

Agenzia delle Entrate

Agenziaentrate.it: ultimi aggiornamenti
  • Provvedimento del 20 giugno 2018
    Termini di trasmissione dei dati relativi ai contratti di cui all’articolo 4, commi 1 e 3, del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito con modificazioni dalla legge 21 giugno 2017, n. 96
  • Risoluzione n. 45 del 19 giugno 2018
    Istituzione dei codici tributo per l’utilizzo, tramite modello F24, delle agevolazioni a favore delle imprese e dei titolari di reddito di lavoro autonomo localizzati nella zona franca urbana istituita ai sensi dell’articolo 46 del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, nei comuni delle regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016, ai sensi dell’articolo 1, commi 745 e 746, della legge 27 dicembre 2017, n. 205
  • Provvedimento 18062018 Specifiche tecniche Anomalie
    Attuazione dell’articolo 1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 – Comunicazioni per la promozione dell’adempimento spontaneo nei confronti dei soggetti cui si applicano gli studi di settore
  • Provvedimento del 13 giugno 2018
    Modalità di conferimento delle deleghe per l’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica
  • Circolare n. 12 del 13 giugno 2018
    Articolo 5-septies del decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 dicembre 2017, n. 172, recante “Disposizioni in materia di collaborazione volontaria per l’emersione di redditi prodotti all’estero”. Indicazioni operative

RICORDO

Ciao Chiara! Ci hai lasciati soli sulla terra ma ci accompagnerà -per sempre- il tuo vivido spirito! E la tua stella illuminerà  il nostro cammino futuro. Ti vogliamo bene!

 

Buongiorno, oggi è

LE NOSTRE CIRCOLARI (grazie al contributo dei terzi indicati)

MANOVVRA 2018. LA CIRCOLARE SULLA LEGGE DI BILANCIO

Con la presente circolare si cerca di illustrare alcuni tra i più significativi provvedimenti assunti dal Governo in materia fiscale nel corpo della cd. "legge di Bilancio" riguardante la Manovra 2018 sui conti pubblici. Le sopra riportate informazioni, sono tratte liberamente dal provvedimento normativo. Eventuali interpretazioni saranno a cura del lettore cui spetterà di valutare l’effettiva applicabilità alla propria casistica personale, senza che ciò possa comportare responsabilità alcuna da parte dell’estensore.

DISCLAIMER

Copyright © 2014 quotidiano tributario.it Tutti i diritti sono riservati. Aggiornamenti a cura di Pino Fasulo - Powered by Joomla! ver. 3.7. - validato XHTML e CSS! L'amministratore declina ogni responsabilità sull'uso improprio delle informazioni pubblicate e sulla loro utilizzazione previa adeguata verifica.